InOltre – Palazzo Loggia – Brescia

Mostra di FAUSTO MANARA a PALAZZO LOGGIA

Lunedì 11 novembre 2013 alle ore 18.30, presso il Salone Vanvitelliano di Palazzo Loggia A Brescia, avrà luogo il Vernissage della mostra di Fausto Manara dal titolo InOltre, che sarà presentata dagli interventi di Philippe Daverio e di Dominique Stella che ne hanno curato il catalogo. Resterà aperta al pubblico fino al 30 novembre.

Sono presentate presentate 20 opere uniche attraverso le quali, al di là dell’illusione dell’immagine fotografica, come scrive Dominique Stella nel testo di presentazione del catalogo, l’artista “vuole esplorare i recessi segreti e misteriosi degli esseri, dei luoghi e degli avvenimenti nella loro essenza fondamentale, nella loro ragione esatta, senza maschere e senza ostentazione”

“ L’intrigante lavoro visivo di Fausto Manara”, scrive Philippe Daverio nel catalogo della Mostra  “… parte da fotografie apparentemente normali che la sua naturale curiosità lo porta a scattare in giro per il mondo. E poi le elabora, le fa deformare nel computer, le muove e le plasma. Le confonde lasciando solo alcune tracce della loro conformazione originaria. Dialoga con una materia matematica e virtuale che si fa concreta in quanto “è” immagine. E così facendo ne guida la nuova conformazione. Il suo non è più un test di Rorschach da interpretare; è la formazione guidata dell’immagine di questo test del quale lui stesso è al contempo artefice e interprete. E che cos’è l’opera d’arte oggi se non l’elaborazione d’una forma linguistica dove l’equivoco diventa strada e supporto per la fantasia? …  Ma attenzione a credere che il percorso intrapreso sia puramente e integralmente estetico. “L’art pour l’art”, l’ipotesi dell’estetica pura, fu una delle ultime illusioni romantiche, un balsamo di altissimo garbo contro la crudeltà dei tempi. Qui non è più così semplice la questione: si sta giocando sull’orizzonte degli eventi, d’una nuova possibile sensibilità. Reale e astratto non sono più in conflitto; già ci insegnò il percorso surreale che ciò che si inventa si mette ad esistere”.